Newsletter




Home
LA PIRAMIDE DELLA FELICITA' ED IL LIONISMO PDF Stampa
Assistevo ad un meeting e mentre ascoltavo le note dell’inno di Mameli mi sono distratto e perso in alcune considerazioni.
Poi la lettura del codice dell’etica lionistica e gli scopi della nostra Associazione mi hanno fatto fare alcune riflessioni che vorrei condividere con chi legge.
Gli psicologi usano nel loro lavoro uno schema predefinito basato su vari livelli , che serve a delineare l’evoluzione della persona nella società, avendo cura di perseguire il miglior risultato per percorrere una vita sana ,serena e piena di risultati positivi.

Vari Autori hanno creato piramidi della felicità.
Già molto tempo prima P.Parisius predicava l’operatività alla base della felicità:”..Io sono felice quando lavoro,sono felice quando cresco..”
Maslow (1908-70) nel ha creato una scala di livelli che includono alla base i bisogni più fisiologici per salire poi ai livelli superiori.
Fresco di studi ho pensato che anche il nostro Melvin si sia ispirato a questo schema formulato da Carl Jung, allievo prediletto di Freud per definire una piramide della felicità della solidarietà umana che portasse alla realizzazione più piena del proprio essere.
Leggete cosa dice la piramide di Jung:
Complimentarsi con sè stessi , anche se per un minimo risultato
Accettati , rispettati e amati,il vero amore viene dall’interno e non da fuori
Sii il tuo migliore amico , sono sempre con te e non ti deluderò mai
Sii sempre pieno di gratitudine per quello che hai e che sei , sii sempre positivo
Non curarti molto degli altri ma di te
Date ora un’occhiata a quello che è il nostro codice.
Tante le similitudini ,vero?
Allora Melvin ci ha solo dato un’altra versione delle piramidi della felicità già esistenti oppure è davvero un precursore?
Credo che più che le similitudini serva notare le differenze.Gandi diceva che spesso perdiamo il nostro tempo ad analizzare i problemi e non a risolverli.
Il pensiero lionistico pone al centro dell’attenzione il fare , l’agire verso terzi, pur con le giuste e meritate ricompense.

Caro Melvin , non hai copiato . Anzi ci hai dato un modo diverso di vedere e capire il mondo. Il lionismo , la vera piramide della felicità.
Lev Tolstoj (1828-1910) circa 200 anni fa scriveva che le persone che perseguono l’obbiettivo di aiutare gli altri sono piu felici e l ’ Harward University ci conferma che vivendo vicino ad una persona felice si hanno molte piu probabilità,il 25% in più, di divertarlo.
Martin Selingman , guru della psicologia positiva ( 1942,vivente ) ci incoraggia in questo percorso dalla Università di Princetown in Pennsylvania,asserendo che il 60 % della felicità dipende da fattori innati , genetici ma il 40% restante dipende da noi ( v. acronimo PERMA, in cui esplicitamente si parla del servire il prossimo come metodologia terapeutica per il bene essere spirituale )
E allora Melvin , ancora una volta grazie per averci anticipato ( 1917) nella “tua “etica una piramide della felicità tutta protesa a servire il prossimo per realizzare la nostra felicità interiore che ci renda utili per gli altri e felici con noi stessi.

Filippo Portoghese
Addetto stampa Lions Club Altamura Host
Redattore Rivista LION

 
< Prec.   Pros. >